Un abito da indossare nei giorni di insalata ….

0 Comments

di consegne di un altro abito degli annali della pubblicità, questo inviato aumentato (non un vegetale, un fiore!) Dal Nyt. (Clicca sull’immagine per controllare la storia.) Sembra che l’insalata del desiderio di condimento dei vestiti desiderati fatti di … Insalata, così come Chris March, un costumista, ha reso il loro desiderio (osso) diventa realtà. (Lasciamo da parte, per il momento, che il prodotto promosso è un condimento per l’insalata spray. Spero che funzioni come vernice spray, non appare solo come una vernice spray, dal momento che il concetto di giovani comprando condimento per l’utilizzo per utilizzare per tagging solo così felice che non posso sopportarlo.)

Devo dire, questo è molto meglio del vestito dei condimenti celesti, e, se avessi accessibile a, ad esempio, un certo numero di cento sterline di verdure di seta scartate? Farei qualcosa di simile. (Dai, credi che qualcuno che sgorgasse su questo abito sarebbe cambiato al prenderlo al livello successivo?)

Mi piacciono le foglie di lattuga sovrapposte sulla gonna – il corpetto, sono più “eh”. Inoltre, non credo che tu debba mescolare il velluto e la lattuga … Charmeuse sarebbe stata una scelta molto migliore. Velvet è un tessuto invernale, così come le verdure sono sicuramente estive.

In realtà, mi piacerebbe fare un abito rapa, con un colletto frilly eco-friendly, profondo viola rosso alle spalle, oltre a sfumatura a bianco in basso. Oltre a quando andrei tutto il tempo che tiene il respiro, aspettando qualcuno per “prenderlo”. Le persone mangiano ancora le rape? Voglio dire, oltre a quelli infantili efficati? Io, mi piace una grande rapa.

Ok, per riassumere: gli abiti da marketing sono ottimi pressanti e fanno belle voci del blog. Non mescolare il velluto e la lattuga. Domanda: chi mangia le spalle?

Condividi questo:
Twitter.
Facebook

Come questo:
Come caricare …

Imparentato

Quindi cosa? 10 dicembre 2008 con 143 commenti
Nell’insalata daysmarch 21, 2007
Dove disegnare la lineajune 16, 2009 con 63 commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *